Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

Per ciò che concerne la valutazione in itinere dell’attività didattica ad ogni consiglio di classe all’uopo convocato il docente dovrà:

    • riferire sullo stato di apprendimento degli alunni rispetto alla situazione di partenza segnalando gli eventuali casi problematici, indicandone le cause e le proposte didattiche risolutive;

    • riferire sullo stato di attuazione dei curricoli rispetto ai tempi programmati segnalando eventuali ritardi, indicando le cause di questi ritardi e le proposte per ovviare ai medesimi;

    • riferire sul numero delle valutazioni di percorso realizzate, su eventuali problemi sorti durante le valutazioni e sulle cause di questi problemi, nonché sulle proposte di soluzione;

    • quanto riferito dal docente costituirà oggetto di specifiche deliberazioni del consiglio relative agli interventi correttivi e/o integrativi proposti;

    • La valutazione finale del percorso didattico disciplinare avverrà attraverso la redazione di una apposita relazione in cui il docente dovrà:

    • indicare il livello di profitto raggiunto da ogni singolo alunno;

    • indicare lo stato finale di attuazione del curricolo programmato, i cambiamenti introdotti in corso d’opera, le relative motivazioni e gli effetti prodotti.

La valutazione, sia quella in itinere sia quella finale, è effettuata sulla base di una apposita griglia di valutazione predisposta dal Collegio dei docenti e valevole per tutte le discipline. Infine, le verifiche di valutazione scritte previste dalla normativa vigente per alcune discipline dovranno essere almeno due per quadrimestre.