Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

La nostra istituzione scolastica, in relazione all’offerta formativa che intende realizzare sulla base di quanto emerso dal RAV e dalle prove INVALSI, nel rispetto del monte orario degli insegnamenti e tenuto conto della quota di autonomia dei curricoli e degli spazi di flessibilità, nonché in riferimento a iniziative di potenziamento dell’offerta formativa e delle attività progettuali, intende perseguire, come prioritari, gli obiettivi strategici più giù indicati.

Si riprendono in forma esplicita, come punto di partenza per la redazione del Piano, gli elementi conclusivi del RAV, e cioè: priorità, traguardi di lungo periodo, obiettivi di breve periodo.

Le priorità che l'istituto si è dato per i prossimi tre anni sono:

      • valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento alla lingua inglese, anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning;

      • potenziamento delle competenze di analisi e decodifica del testo, così come previsto dalle prove INVALSI;

      • potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche, così come previsto dalle prove INVALSI e dalla seconda prova scritta dell'Esame di Stato;

      • sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica, attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità, nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri anche in attuazione dell’educazione alla parità tra i sessi e alla prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, come previsto dall’art.1, comma16 L. 107/2015;

      • potenziamento delle conoscenze in materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione all’autoimprenditorialità, anche femminile;

      • sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media, nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro;

      • potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attività di laboratorio;

      • prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento dell’inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati

e personalizzati anche con il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio e delle associazioni di settore e l’applicazione delle linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati, emanate dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca il 18 dicembre 2014;

      • valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale, comprese le organizzazioni del terzo settore e le imprese;

      • incremento dell’alternanza scuola-lavoro;

        • individuazione di percorsi e di sistemi funzionali alla premialità e alla valorizzazione del merito degli alunni e degli studenti;

        • definizione di un sistema di orientamento.