Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

Per lo sviluppo delle competenze digitali di cui al Piano nazionale per la scuola digitale il comma 58 della L.107/15 indica i seguenti obiettivi specifici, che sono destinati sia agli studenti sia al parsonale docente e quello tecnico e amministrativo:

  • realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, anche attraverso la collaborazione con università, associazioni, organismi del terzo settore e imprese, nel rispetto dell’obiettivo di cui al comma 7, lettera h) ;

  • potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche;

    • adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni tra dirigenti, docenti e studenti e tra istituzioni scolastiche ed educative e articolazioni amministrative del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

    • formazione dei docenti per l’innovazione didattica e sviluppo della cultura digitale per l’insegnamento, l’apprendimento e la formazione delle competenze lavorative, cognitive e sociali degli studenti;

    • formazione dei direttori dei servizi generali e amministrativi, degli assistenti amministrativi e degli assistenti

tecnici per l’innovazione digitale nell’amministrazione;

    • potenziamento delle infrastrutture di rete, sentita la Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e successive modificazioni, con particolare riferimento alla connettività nelle scuole;

    • valorizzazione delle migliori esperienze delle istituzioni scolastiche anche attraverso la promozione di una rete nazionale di centri di ricerca e di formazione;

    • definizione dei criteri e delle finalità per l’adozione di testi didattici in formato digitale e per la produzione e la diffusione di opere e materiali per la didattica, anche prodotti autonomamente dagli istituti scolastici;

A tal proposito, il nostro istituto sta realizzando le misure previste con il PON "Per la scuola- Competenze e Ambienti per l'apprendimento", finalizzato al potenziamento delle dotaziani tecnologiche, in vista del rafforzamento delle competenze digitali degli studenti.

Per i docenti verranno attuati nell'arco del triennio specifici interventi di formazione sui linguaggi digitali e verrà favorita la frequenza di corsi appositamente organizzati dall'amministrazione scolastica centrale.

Per i rapporti con le famiglie e gli studenti proseguirà l'utilizzo del registro elettronico, curando che se ne faccia un utilizzo ottimale, che vengano sfruttate appieno le potenzialità che può dispiegare.

Per gli uffici di segreteria e i rapporti con l'utenza tutta si adotterà il software “Segreteria

digitale”, prevedendo apposite azioni di formazione, con l'obiettivo di superare completamente l'utilizzo della documentazione cartacea. Verrà rivisto il sito web, per renderlo maggiormente funzionale e adeguato ai dettati normativi sulla trasparenza. Anche in questo caso sono previste specifiche azioni di formazione. L'insieme delle innovazioni richiederà l'intervento di specialisti del settore informatico.

Il progetto dall'Università di Cagliari “Coccodrilli, squali e tartarughe. Storie di fossili a Cagliari e nell’area urbana” potrà costituire ulteriore occasione di potenziamento delle competenze digitali in quanto prevede il coinvolgimento degli studenti nelle attività di Digital humanities realizzate dalla Biblioteca digitale – Sardoa d-library del Dipartimento di Storia, Beni culturali e territorio dell'Università di Cagliari e la realizzazione di un e-book e itinerario virtuale storico scientifico.

Il laborratorio della Biblioteca digitale Sardoa d-libray potrà inoltre accogliere studenti dell'istituto nella forma di attività di alternanza scuola-lavoro o di laboratori di Digital Humanities sulla digitalizzazione del patrimonio storico-scientifico.