Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

Le scuole secondarie di secondo grado introducono insegnamenti opzionali nel secondo biennio e nell’ultimo anno, anche utilizzando la quota di autonomia e gli spazi di flessibilità. Tali insegnamenti, attivati nell’ambito delle risorse finanziarie disponibili a legislazione vigente e dei posti di organico dell’autonomia assegnati sulla base dei piani triennali dell’offerta formativa, sono parte del percorso dello studente e sono inseriti nel curriculum dello studente, che ne individua il profilo associandolo a un’identità digitale e raccoglie tutti i dati utili anche ai fi ni

dell’orientamento e dell’accesso al mondo del lavoro, relativi al percorso degli studi, alle competenze acquisite, alle eventuali scelte degli insegnamenti opzionali, alle esperienze formative anche in alternanza scuola-lavoro e alle attività culturali, artistiche, di pratiche musicali, sportive e di volontariato, svolte in ambito extrascolastico.

Il Dirigente Scolastico, di concerto con gli organi collegiali, può individuare percorsi formativi e iniziative diretti all’orientamento e a garantire un maggiore coinvolgimento degli studenti nonché la valorizzazione del merito scolastico e dei talenti.

A tale fine, la nostra scuola, dopo aver optato per una organizzazione didattica a classi aperte per due momenti nell'arco del presente anno scolastico, ha previsto non solo attività di recupero

per gli alunni che presentano carenze in una o più materie, ma anche attività di potenziamento per gli alunni meritevoli organizzate, in particolare, nell'ambito del servizio Student helpdesk, delle azioni di orientamento previsto nel progetto “Buongiorno futuro!”, oltre che attraverso le azioni messe in atto dai singoli Consigli di Classe.

Nell’ambito dell’Esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado, nello svolgimento dei colloqui, la commissione d’esame tiene conto del curriculum dello studente.

Le istituzioni scolastiche possono individuare, nell’ambito dell’organico dell’autonomia, docenti cui affidare il coordinamento delle attività di cui al comma 28.

Le attività e i progetti di orientamento scolastico, nonché di accesso al lavoro, sono sviluppati con modalità idonee a sostenere anche le eventuali difficoltà e problematiche proprie degli studenti di origine straniera.

Spetta al Collegio dei docenti stabilire la quota di flessibilità oraria finalizzata alla costruzione di un curriculum digitale personalizzato degli studenti. A tal proposito, acquistano particolare rilievo le attività previste per lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti.

Altrettanto importanti sono le prove condivise di accompagnamento verso le prove finali del percorso di studio, non ultime le prove INVALSI.