Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

Denominazione del progetto

PROGETTO CONTINUITA'

Priorità a cui si riferisce

Descrizione della priorità RAV: Diminuzione del numero di alunni con giudizio sospeso

Traguardo di risultato (eventuale)

Ambito di intervento RAV: Risultati scolastici;

Rafforzare le azioni per favorire un più facile inserimento degli studenti al primo anno del liceo

Obiettivo di processo (eventuale)

Area di processo RAV : inclusione e differenziazione; Curricolo; progettazione e valutazione; “Continuità e orientamento”

Raccordo con le scuole medie in una logica di continuità e congruenza con le priorità individuate dalla scuola.

Altre priorità (eventuale)

Competenze di cittadinanza; favorire l'orientamento in ingresso

Situazione su cui interviene

Difficoltà degli studenti del biennio: si interviene sui punti di forza dei ragazzi tenendo conto dei loro tempi, attitudini e aspettative e reali possibilità ed evitando situazioni frustranti.

Attività previste

  • Comunicazione e raccordo fra scuole di diverso grado prima dell'inserimento, durante il passaggio e nel primo anno diLiceo.

  • Condivisione di metodologie fra ambiti scolastici differenti, particolarmente efficace coi ragazzi con diverse abilità, DSA eBES.

  • Potenziamentodelleabilità,possibilità,disponibilitàdellostudente;

  • reazionediunclimafavorentel'apprendimentodicontenuti,significati,modelli;

  • Aiutare gli studenti ad oltrepassare il proprio potenziale.A.s.2015/16

  • Avviare di contatti con le scuole medie del territorio finalizzati alla progettazione congiunta di azioni di continuità.

  • I quadrimestre: contattipreliminari;

  • IIquadrimestre:avvioincontriperlaprogettazionedeiprimiinterventi;

  • N. 1 Incontro durante il quadrimestre tra docenti scuole medie e gruppo di progetto dell’istituto;

 

  • N. 1 Incontro nel mese digiugno;

2016/2017: Progettazione esecutiva e realizzazione delle azioni in forma sperimentale, con monitoraggio finale.

2017/2018 e 2018/2019: Realizzazione delle attività a regime e monitoraggio.

Risorse finanziarie necessarie

 

Risorse umane (ore) / area

Nel 2015/16:

Funzione strumentale Orientamento; 3 Docenti curricolari e impegnati in attività potenziamento nelle due sedi dell’istituto.

  • 10 ore per attività di progettazione ecoordinamento;

  • 7hh per i 2incontri. Anni successivi:

10 ore per attività di progettazione e coordinamento;

Ore da destinare a incontri, rapporti costanti e attività in comune da definirsi sulla base della sperimentazione del primo anno.

Altre

risorse necessarie

 

Indicatori utilizzati

IM 1. Accettazione dei ragazzi nel gruppo dei pari, diminuzione di atteggiamenti evitanti ed espulsivi soprattutto da parte di studenti piu'grandi.

IM 2. Sviluppo di competenze positive rispetto ai compiti e impegni.

IM 3. Feedback su capacità, competenze acquisite nella gestione degli impegni scolastici e sociali.

IM 4. Autovalutazione critica del docente e psicologia positiva.

Stati di avanzamento

2016/2017: Progettazione esecutiva e realizzazione delle azioni in forma sperimentale.

  • 2017/2018: Realizzazione delle attività aregime.

  • 2018/2019: Valutazionefinale.

Valori / situazione attesi

  • Raccordofrascuoledidiversogradoduranteilprimoannodiinserimento.

  • Condivisione di metodologie fra ambitiscolastici.

  • Potenziamentodelleabilità,possibilità,disponibilitàdellostudente.

  • Creazionediunclimafavorevolel'apprendimentodicontenuti,significati,emodelli.