Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

 

Denominazione del progetto

Integrazione e flessibilità, lavoro e saperi: verso una scelta consapevole.

Priorità a cui si riferisce

Migliorare gli esiti a distanza degli studenti della scuola

Offrire agli studenti un'esperienza che potenzi conoscenze, capacità e competenze in vista dell'inserimento lavorativo, tramite un dialogo con il mondo del lavoro che permette di:

  • Valorizzazionedellepotenzialitàdelterritorio.

  • Allargare e qualificare l'offertaformativa;

  • Qualificare la programmazionescolastica.

Traguardo di risultato (eventuale)

Ambito di intervento RAV: Risultati a distanza

  • Far conoscere l'utilità delle competenze apprese a scuola, nel mondo del lavoro eintegrarle.

  • Crescita della persona e potenziamento di spirito di iniziativa, capacità di affron- tare situazioni nuove e disponibilità ad assumersiresponsabilità.

  • Orientamento inuscita.

  • Avvicinareglistudentialmondodellavoroe/odell'Università.

Obiettivo di processo (eventuale)

Area di processo RAV: Curricolo, progettazione e valutazione; ambiente di apprendimento; inclusione e differenziazione; integrazione col territorio e rapporti con le famiglie

  • Contrastare l'insuccesso e la dispersione scolastica econseguente spopolamento dei piccolicentri.

  • Promuoverel'imprenditorialitàoffrendounavastagammadiesperienzenel settore pubblico eprivato.

  • sensibilizzare alle pari opportunità e all'imprenditoriafemminile.

  • Valorizzareil“locale”inunaprospettiva“globale”.

Altre priorità (eventuale)

Competenze di cittadinanza

Situazione su cui interviene

  • Territorio periferico e marginale caratterizzato da crisi economica ed occupazionalegrave.

  • Assenza di realtà produttive importanti e presenza di piccole entità lavorative private,cheriscopronoedannoinnovazionealleanticheprofessionalitàquasi scomparse.

  • Scuole del territorio caratterizzate da insuccesso e dispersione scolasticae conseguente spopolamento di piccolicentri.

Attività previste

  • Inserimento in struttureospitanti

  • Percorso individuale in azienda con approfondimenti riguardanti i processi pro- duttivi, la qualità e l'uso degli strumenti e dei programmi necessari all'esecuzione di taleattività.

  • Perlustrazione delle aspettative individuali di vita e di lavoro, per la valutazione e valorizzazione delle proprie attitudini ecompetenze.

  • Sensibilizzazione alle nuove qualificazioni e alla formazione permanente e alla flessibilitàprofessionale.

 

  • Azioni di informazione sugli strumenti normativi e istituzionali attivati a favore dei giovani.

  • Presa di contatto diretta con tutti i settori produttivi e occupazionali presenti nel territorio.

Risorse finanziarie necessarie

 

Risorse umane

Tutor scolastico edesterno

  • I tutor scolastici cambieranno nel corso degli anni e per i vari alunni

  • Potranno essere docenti curricolari o impegnati in attività di potenziamento, di vari ambiti disciplinari;

  • Docenti dei consigli di classe e deidipartimenti.

Altre risorse necessarie

Corso sulla sicurezza;

Incontri con esperti/professionisti presenti nel territorio; Incontri con esperti di orientamento al lavoro

Indicatori utilizzati

  • N. 1: svolgimento di mansioni assegnate, autonomiaoperativa

N. 2: livello di comprensione delle mansionisvolte.

  • N.3.Raggiungimentodegliobiettiviassegnatinellastrutturaospitante. Strumenti di verifica per i variindicatori:

N. 1: Verifiche in situazione;

N 2: Relazioni sulle esperienze, autovalutazione globale;

N. 3: Giudizio dei Tutor esterni.

Stati di avanzamento

2016: Settembre - dicembre: analisi del contesto, ideazione del progetto e adempimenti connessi.

2016/17:

  • Ottobre - Gennaio: elaborazione del progetto nel dettaglio. Presentazione al Collegio e ai CdC delle classi terze e quarte e quinta C (Scienze Umane).

  • Febbraio/Marzo: realizzazione delle attività previste (67 ore circa in totale di cui 25 di formazione propedeutica e 42 di tirocinio nellaaziende).

  • Maggio/Prima settimana di giugno: monitoraggioconclusivo.

  • Incontri formativi legati al percorso Alternanza (date da definirsi)

2017/18 – 2018/19: Adattamento del progetto sulla base dei risultati del monitorag- gio. Prosecuzione dell'esperienza di alternanza e monitoraggio finale.

Valori/Situazion e attesi

  • Riduzione della distanza tra la formazione scolastica e mondo dellavoro.

  • Maggiore conoscenza del territorio e della varietà delle occupazioni e dei settori economici per orientarsi nel settore produttivolocale;

  • Incremento della conoscenza dello Start Up Lavoro e Start UpImpresa.

  • Maggiore consapevolezza delle proprie attitudini da parte degli studenti e delle opportunità offerte dalterritorio.

  • Contributoalladiminuzionedell'abbandonoedelladispersionescolastica.

  • Rafforzamento dell'integrazione della scuola al territorio e alle opportunità che questooffre.

 

  • Incremento dei fattori di contesto favorevoli all'etica del lavoro e allo spirito di iniziativa.